Aprire un Bed and Breakfast | Analisi e valutazione della casa

di , 20 novembre 2011 20:57

Se state pensando di aprire un Bed and Breakfast dopo le premesse fatte precedentemente è giunto adesso il momento di considerare lo strumento Principale del vostro nuovo lavoro, cercando di fare un’analisi obiettiva della propria abitazione.

  • Com’è

Prima di tutto dovreste cercare di rispondere con la massima obiettività e sincerità ad una domanda fondamentale; la mia casa ha i requisiti fondamentali per accogliere dei turisti?

Essere in possesso di discrete capacità di intrattenimento o solo di buona volontà non sono sufficienti a soddisfare il cliente se poi quello che offrite non corrisponde alle sue aspettative.

Coloro che frequentano i Bed and Breakfast sono spesso dei veri cultori di questa formula di ospitalità.

  • Come dovrebbe essere

In Italia esistono diverse tipologie di strutture abitative, che potrebbero essere destinate all’accoglienza ed ognuna presenta proprie caratteristiche e prerogative: case rurali, dimore storiche, villette in città appartamenti e via di seguito.

E’ possibile ad ogni modo valutare la propria abitazione individuando parametri comuni.

  • Dove si trova

La zona in cui abitate presenta interessi particolari oppure ha già un flusso turistico?

Se sì allora è buon segno.

Nella località in cui vi trovate quante sono le strutture turistiche tradizionali già esistenti (alberghi, hotel, residence, ecc.)?

Siete facilmente raggiungibili dai comuni mezzi di trasporto o vicini a strade e autostrade?

Se siete in città ci sono spazi verdi vicino a voi così come attrattive storiche, artistiche o ludiche (musei, teatri, parchi giochi)?

Considerate che i vostri ospiti (a meno che non vi dedichiate ad una clientela che viaggia per obblighi di lavoro) sono in vacanza e desidereranno quindi rilassarsi.

  • Spazi esterni all’abitazione

Potete mettere a disposizione degli ospiti che verranno da voi con il proprio mezzo di trasporto un posto macchina, un parcheggio interno o adiacente lo stabile o un box?

Sopratutto in città, è un fattore importante.

Disponete di uno spazio dedicato (un giardino o una terrazza) in cui i vostri clienti potrebbero sostare ed eventualmente consumare la colazione nelle belle giornate estive? Rappresenterebbe un valore aggiunto notevole.

  • Spazi interni

Quante sono le camere da letto che potete mettere a disposizione della vostra clientela?

Se anche si tratta di una sola camera è abbastanza grande da potervi sistemare un terzo od anche un quarto letto?

Seppur non indispensabile vi permetterebbe di accogliere una famiglia con bambini.

Come si presentano le camere per gli ospiti? Luminose? Ben riscaldate? Il comfort, la sensazione di calore e di benessere sono essenziali per chi cerca un’atmosfera familiare.

Quanti bagni avete nel vostro Bed and Breakfast? Anche se non obbligatorio le camere con un bagno privato sono certamente più richieste e potrebbero avere un prezzo differente dato dall’esclusività del servizio.

Gli ambienti comuni (cucina, sala da pranzo, soggiorno) sono spaziosi e confortevoli? Essendo la colazione del mattino inclusa nel prezzo o in caso i vostri ospiti rimangano nella casa per un qualsiasi motivo, capiterà spesso di condividere gli stessi spazi.

Qualora decideste di accettare gli animali che accompagnano i vostri clienti avete spazi adeguati per sistemarli ed evitare che infastidiscano le altre persone che vi frequentano? Possono essere interni alla casa o in uno spazio esterno, l’importante è che sia riparato per la notte. Sono molti coloro che amano i loro animali e le portano con loro in vacanza.

  • Normative e vincoli

Bisogna provvedere ad adeguare gli impianti alle normative che ogni regione stabilisce è buona norma quindi, qualora doveste affrontare lavori ex novo o di ristrutturazione, rivolgervi ad imprese che siano regolarmente iscritte alla Camera di Commercio o all’Albo delle imprese artigiane della vostra provincia ed una volta terminati i lavori richiedere la Dichiarazione di conformità sottoscritta dal titolare dell’impresa.

Per quel che riguarda la manutenzione, il concetto deve riguardare tutta la casa: dagli impianti agli infissi, dal giardino ai mobili.

Questa va effettuata periodicamente onde evitare il deterioramento della vostra casa. Un giardino incolto, le finestre scrostate o i rubinetti che perdono non vi faranno certo fare bella figura con i visitatori.

  • L’assicurazione

Assicurare i vostri ospiti da danni subiti all’interno così come all’esterno della struttura non è un’opzione. Stipulare una polizza assicurativa è infatti obbligatorio al fine di ottenere i necessari permessi per aprire il Bed and Breakfast. Le proposte delle varie compagnie ormai contemplano pacchetti adeguati e mirati proprio per questa tipologia di attività. Il consiglio è di richiedere più di un preventivo e scegliere in base al rapporto fra prezzo e garanzie di copertura assicurativa offerto.

  • L’arredamento

Questa è sicuramente la parte più piacevole e creativa a cui dedicarsi. Non dimenticate di dare personalità, la vostra, per rendere i locali il più possibile confortevoli, caldi e accoglienti. Questo non solo vi consentirà di distinguervi dalla concorrenza ma anche di farvi ricordare, pur sforzandovi di rimanere coerenti con le prerogative e lo stile generale della casa. Se siete in cerca di idee, anche le riviste di arredamento che potete trovare nelle edicole possono contribuire a darvi ottimi suggerimenti. Se siete in possesso di corredi e stoviglie mai utilizzate frutto di regali di nozze e lasciti, può essere un’ottima occasione per iniziare ad usarli, potrete così risparmiare sul budget e al contempo dare un tocco di tradizione in più.

  • Le camere

Le camere da letto rivestono una notevole importanza sia nella loro conformazione che nell’arredamento. E’ qui sopratutto che si deciderà la qualità del sonno che la vostra struttura è in grado di offrire ed è auspicabile che siano spaziose abbastanza da contenere senza impedimenti i complementi d’arredo necessari quali il/i letto/i, un tavolino con due sedie, almeno un comodino (meglio due, uno per lato), due abat jour, un armadio o una cassettiera per riporre gli indumenti.

  • Il bagno

Che sia in comune o ad uso privato dovrà sempre essere sempre igienicamente perfetto. Comprenderà un lavandino, un WC,una vasca da bagno o una cabina doccia (l’uno o l’altra dovranno essere dotati di pulsante o corda di chiamata d’allarme), uno specchio a muro, pensili portaoggetti e portasciugamani.

  • La biancheria

La biancheria della camera dovrà essere immacolata, in perfette condizioni e idonea alla stagione o alle condizioni atmosferiche. E’ opportuno lasciare a disposizione coperte e cuscini in più. La frequenza di cambio può variare da una volta ogni tre giorni ad una volta a settimana, obbligatoriamente sempre ad ogni cambio cliente.

Così pure gli asciugamani che saranno composti da un asciugamano da bidet, uno da viso ed un telo doccia.

Per le incombenze derivanti dal lavaggio della biancheria, potreste anche pensare di stabilire una convenzione con una lavanderia di vostra fiducia che potrebbe farvi ottenere tariffe agevolate.

I commenti non sono attivi

Panorama Theme by Themocracy

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: